News det - SEF Navigator

50; Necessario fare login

Vai ai contenuti

Menu principale:

News det

Notizie
LoadingCaricamento immagini...

05-11-2020    Attivita' nei centri equestri dal 6 novembre 2020

DPCM del 3 novembre 2020 Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020 ha imposto alcune nuove restrizioni a livello nazionale ed ha previsto anche due ulteriori scenari con misure ulteriormente restrittive da applicare solo ad alcuni Territori. Il provvedimento entrera' in vigore da venerdi' 6 novembre 2020 e restera' valido fino a giovedi' 3 dicembre 2020 salvo eventuali nuovi provvedimenti. E' un Decreto del Ministro della Salute a determinare di volta in volta le regioni che si collocano negli scenari piu' restrittivi. MISURE A LIVELLO NAZIONALE Si applicano alle regioni definite 'con criticita' moderata (colore giallo). Regioni che al 5 novembre sono: Abruzzo Basilicata Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Molise Marche Sardegna Toscana Umbria Veneto e le provincie autonome di Trento e Bolzano. Per cio' che riguarda gli Sport Equestri: - (art. 1 comma 9 lettera e) 'sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni ? riconosciuti di interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) ? riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali discipline sportive associate enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera sono consentite a porte chiuse nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva ; - (art. 1 comma 9 lettera f) ' ferma restando la sospensione delle attivita' di piscine e palestre l'attivita' sportiva di base e l'attivita' motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi pubblici e privati sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento in conformita' con le linee guida emanate dall'Ufficio per lo sport sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI) con la prescrizione che e' interdetto l'uso di spogliatoi interni a detti circoli ; - Restano interdetti gli spogliatoi. - Sono sospese le attivita' sociali e di aggregazione quali feste e simili. Inoltre e' utile ricordare che l'art. 1 comma 1 ribadisce l'obbligo sull'intero territorio nazionale di avere a disposizione sempre i dispositivi di protezione delle vie respiratorie che dovranno essere utilizzati in tutti i luoghi chiusi con eccezione della propria abitazione privata e all'aperto. Unica eccezione e' riconosciuta nelle situazioni in cui e' possibile garantire una situazione di isolamento continuativo rispetto a persone non conviventi. Inoltre per quello che riguarda lo sport e' escluso l'utilizzo della protezione delle vie respiratorie durante l'attivita' sportiva. L'art. 1 comma 2 ribadisce invece l'obbligo di mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro tra persone non conviventi. MISURE RELATIVE ALLO SCENARIO TIPO 3 Si applicano alle Regioni definite a elevata gravita' e a un livello di rischio alto (colore arancione) che alla data del 5 novembre sono: Puglia e Sicilia. Per cio' che riguarda gli Sport Equestri: In queste regioni si applicano tutte le restrizioni previste a livello nazionale descritte nel paragrafo precedente alle quali si aggiungono delle misure piu' restrittive e nel dettaglio: - (art. 2 comma 4 lettera a) vieta lo spostamento in entrata o uscita dalla Regione salvo che per motivi di lavoro salute o necessita'. L'ingresso uscita e/o transito in questi territori e' consentito agli atleti e relativi accompagnatori che devono partecipare alle competizioni autorizzate o svolgere allenamenti sul territorio regionale in questione oppure in altre Regioni. MISURE RELATIVE ALLO SCENARIO TIPO 4 Si applicano alle Regioni definite di massima gravita' e a livello alto rischio (colore rosso) che alla data del 5 novembre sono: Lombardia Piemonte Valle d'Aosta Calabria. Per cio' che riguarda gli Sport Equestri: - (art. 3 comma 4 lettera a) e' vietato lo spostamento in entrata o uscita dalla Regione salvo che per motivi di lavoro salute o necessita'. In queste Regioni per quanto concerne lo sport si applicano le restrizioni previste a livello nazionale e sopra chiarite. E' possibile svolgere le manifestazioni sportive autorizzate nella modalita' a porte chiuse e nei circoli possono allenarsi a porte chiuse gli atleti che partecipano alle manifestazioni autorizzate. Il transito in questi territori e' consentito agli atleti e relativi accompagnatori che devono partecipare a competizioni autorizzate o svolgere allenamenti sul territorio regionale in questione. E' consentito agli atleti e relativi accompagnatori di queste regioni spostarsi per raggiungere sedi di gare e/o allenamenti recandosi in ulteriori territori anche non soggetti a restrizioni. - (art. 3 comma 4 lettera d) sono sospese l'attivita' sportiva di base e l'attivita' motoria svolta nei circoli sportivi anche all'aperto come previsto nell'art. 1 comma 9 lettera f) sopra citato. Pertanto allenamenti consentiti soltanto ai possessori di patenti competitive 'B e 'C . Per giustificare gli spostamenti da o per comuni e regioni sottoposte a restrizioni bisogna munirsi di dichiarazione (allegata alla patente 'B o 'C ) che chiarisca e documenti le motivazioni dello spostamento. N.B. Resta inteso che in qualsiasi regione i proprietari e/o i detentori e/o affidatari e/o custodi di cavalli le fide e mezze fide di cavalli ospiti presso i circoli affiliati possono continuare le attivita' di accudimento e movimentazione anche 'montata dei propri cavalli per garantire il loro benessere nel rispetto delle indicazioni della dirigenza del circolo e del Protocollo federale come chiarito dalla Circolare del Ministero della Salute del 15 maggio 2020 n. 0011185 DGSAF MDS- P che e' possibile consultare (in allegato) e che si consiglia di consegnare ai soci dei circoli. I proprietari e/o affidatari di cavalli che provengono da regioni non sottoposte a restrizioni si possono recare in territori sottoposti a restrizioni (o viceversa) per svolgere le attivita' di accudimento o movimentazioni dei propri cavalli. Ricordiamo di verificare sempre eventuali aggiornamenti successivi e/o misure delle amministrazioni locali e che per eventuali quesiti e' possibile scrivere a equitazione sef-italia.it Si allega: - DPCM del 3 novembre 2020 - Ordinanza Ministro della Salute del 4 novembre 2020 - Circolare del Ministero della Salute del 15 maggio 2020



     Lista News   Cerca in News

  Le altre news in evidenza
12/01/2021   AngolodiFiaba

Lista     Cerca in News


 

Copyright 2018. SEF-ITALIA. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu