La Testiera: Un Finimento Di Cui Prendersi Cura

Pubblicato il Pubblicato in News

testiera-66586521

La testiera può essere indispensabile per svolgere alcune attività con il nostro cavallo ed è un finimento che, se non sappiamo prendercene cura nel modo corretto, può rovinarsi.

Infatti, per evitare che la pelle della nostra testiera nel tempo si indurisca, si secca e si rompa a causa di agenti atmosferici (come l’umidità e il vento), bastano poche e semplici azioni da ripetere regolarmente durante l’anno.

L’ideale è che la pulizia venga effettuata dopo ogni utilizzo, mentre il grasso o l’olio, specifici per il cuoio, possono essere applicati un paio di volte al mese e sono indicati per mantenere la pelle della testiera integra e morbida. La scelta del prodotto dipende dalla nostra preferenza: il grasso ci impiega più tempo ad assorbirsi mentre l’olio penetra subito nella pelle.

Prima di applicare il grasso o l’olio bisogna aver smontato la testiera in tutte le sue parti, in modo tale da poter applicare il prodotto nei punti di maggior usura.

Per quanto riguarda l’imboccatura, possiamo lasciarla a mollo in un secchio con acqua calda e un sapone neutro e pulirla successivamente con una spugnetta, in modo tale che le incrostazioni di saliva e i residui di fieno si stacchino.

Rispondi