News

L’asino

donkey-4effd133L’asino era presente già nel 5000 a.C.. inizialmente era preda dei carnivori, uomo compreso e solo dopo fu scoperto come mezzo di lavoro, svolgendo i lavori più faticosi a fianco dell’uomo. Poiché ere a rischio d’estinzione a causa dello sviluppo elettronico, meccanico, tecnologico avanzato che ha sostituito il lavoro sia dell’uomo che dell’animale (era possibile osservarlo nelle sue mansioni lavorative solo nei paesi in via di sviluppo),ora si parla di una sua “riscoperta zootecnica” (Baroncini, 2001). Nel passato era usato per il tiro dell’aratro, per girare la macina da grano, frantoio, per il traino di carri e slitte, trasporti su sentieri insidiosi. Oggi ci sono nuove utilizzazioni come il trekking someggiato, onoturismo, onoterapia, raccolta differenziata di rifiuti e per le caratteristiche del latte d’asina. L’asino fa parte della classe dei Mammiferi, dell’Ordine dei Perissodattili, Famiglia: Equini, Genere: Equus e Specie: Asinus Domesticus. L’asino domestico sembra provenire dall’Africa e non dall’Asia per il fatto che L’Emione o meglio Equus Hemionus è conosciuto come soggetto indomabile. L’Equus ainus africanus sembra originato da due sottospecie: una di taglia minore, quasi estinta avente come caratteristica una linea crociata chiamata croce di Sant’Andrea (incrocio tra linea dorso-lombare e trasversale e una seconda specie (Equus asinus taeniopus di taglia maggiore priva solitamente della linea crociata formatasi lungo la zona costiera dell’Africa, Mar Rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *