L’Orticaria

Pubblicato il Pubblicato in News

cavallo_liberta-adf2b318L’Orticaria consiste in eruzioni pruriginose a livello di tumefazioni localizzate del derma che spesso si formano e scompaiono improvvisamente. Le cause più frequenti di orticaria nei cavalli sono morsi o punture di insetti, farmaci e l’esposizione ad allergeni; altre potenziali cause includono vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni della cute), allergia alimentare e tigna (infiammazione causata da un fungo).

L’orticaria compare entro pochi minuti o ore dall’esposizione all’agente in causa e si manifesta attraverso tumefazioni sopraelevate, rotonde e piatte  da 1 a 20 cm di diametro che possono essere leggermente depresse al centro. Essa può comparire su qualunque parte del corpo ma è più frequente soprattutto su dorso, fianchi, collo, palpebre e arti. Nei casi gravi, queste eruzioni cutanee sono precedute da febbre, scarso appetito o apatia e i cavalli spesso diventano eccitati e irrequieti.

Il trattamento usuale per l’orticaria sono gli antistaminici, tuttavia, questi farmaci sono spesso inefficaci e non necessari. Raramente è dannosa per il cavallo ma se cronica, si devono considerare come possibili cause gli allergeni ambientali, e bisogna prendere, se possibile, le misure per prevenire l’esposizione all’allergene.

I farmaci locali possono essere prescritti  per controllare un prurito e ridurre la probabilità di ulteriori danni cutanei.

Rispondi