La sicurezza del cavallo durante i viaggi

Pubblicato il Pubblicato in News

cavallo_jpg-cb3889f6Oggi affrontiamo il tema sicurezza per quanto riguarda gli spostamenti via terra, dato che sono i più utilizzati, e vi daremo qualche dritta per rendere migliore il viaggio del vostro cavallo.

E’ necessario munire di paracolpi alti (che proteggono anche ginocchia, garretto e pastoia, i punti più a rischio di trauma) le quattro gambe dei soggetti più nervosi e di quelli che devono compiere lunghi viaggi.
Consigliamo anche l’utilizzo di un paracoda, onde evitare che l’attaccatura di quest’ultima si rovini.
Gli articoli sopracitati vanno applicati in caso di effettiva necessità, e da persone con esperienza.
Si usa anche appendere al cavallo una rete con del fieno, a patto però di abbeverarlo più frequentemente.

Per i viaggi molto lunghi è bene effettuare una sosta di otto ore ogni venti di viaggio, presso scuderie attrezzate.

Per quanto riguarda la guida, bisogna applicare la massima prudenza, in quanto si sta trasportando un animale col baricentro molto alto, e che non ha nessuna possibilità di appiglio.
Viceversa, in caso ci si rivolga ad una ditta esterna, è preferibile optare per un viaggio che compia meno fermate intermediarie possibili durante il tragitto, in modo da rendere meno traumatico lo spostamento.

Ricordiamo inoltre di portar con voi tutti i documenti sanitari del cavallo, e in caso di viaggi all’estero anche quelli doganali necessari, e di controllare anche che siano ancora in corso di validità.

Francesco

Rispondi