News

Il Governo Alla Mano

Il governo “alla mano”, cioè con gli strumenti tradizionali – brusca e striglia – , è un’operazione particolarmente importante per il rapporto uomo-cavallo, che permette al primo di avere sempre sott’occhio lo stato di salute generale dell’animale, di conoscerlo sin nei più piccoli particolari, di cementare un rapporto di amicizia e fiducia conquistandosene la gratitudine. Infatti, il cavallo assocerà all’uomo la sensazione di benessere che gli deriva da queste pratiche e imparerà a fidarsi.

Soprattutto per i soggetti giovani le operazioni di cura quotidiana rappresentano il primo contatto con l’uomo; è bene quindi che esso venga iniziato quanto prima e che sia l’avvio di un rapporto basato non sulla soggezione ma sull’affetto e l’amicizia indispensabili a una collaborazione ricca di soddisfazioni.

Abituando il puledro alla manipolazione che se ne fa durante le operazioni di governo non creeranno problemi una volta occorrerà ferrarlo o mettergli la sella per la prima volta.

Un buon cavaliere si preoccuperà sempre innanzitutto del benessere della sua cavalcatura: la mattina prima dell’inizio del lavoro farà in modo che essa venga pulita a dovere, ben spazzolata e lucidata; al termine del lavoro, dopo il desellaggio, provvederà a lavare le estremità del cavallo con acqua corrente, da allontanare il sudore e i residui di polvere e di fango dal mantello. Bisogna tenere infatti presente che la quotidiana pulizia del mantello ne permette la forte traspirazione indispensabile al metabolismo dell’animale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *