News

L’Horse Ball

L’Horse Ball è una disciplina di squadra particolarmente entusiasmante e spettacolare, che consente un ideale connubio tra il nostro inseparabile amico “cavallo” e la passione per il pallone. Il gioco si svolge tra 2 squadre, ciascuna composta da 4 cavalieri più due riserve che, senza mai scendere da cavallo, devono raccogliere da terra una palla provvista di sei maniglie in cuoio, per lanciarla attraverso il canestro avversario fissato a ciascuna estremità del campo, mediante un gioco di passaggi, di attacchi e di difesa.
Il campo di gioco, coperto (indoor) o all’aperto, è di forma rettangolare e le dimensioni dell’area di gioco, escluse le zone di sicurezza. Il terreno deve essere soffice e non scivoloso, per permettere una buona prestazione, garantendo la sicurezza dei cavalli e dei cavalieri.
Il canestro è costituito da un cerchio di metallo avente un diametro di 1 metro ed uno spessore di 6 centimetri, dipinto in bianco e munito di rete dello stesso colore (maglia di 4 centimetri). La base di ciascun canestro deve essere posta a 3,5 metri dal suolo e a 2,5 metri dal limite del campo al centro di ciascun lato minore. La palla è in cuoio di colore chiaro.

Il percorso formativo dei Tecnici Horseball SEF Italia si divide in 4 livelli: Tecnico di Base Horseball, Tecnico di 1° Livello, Tecnico di 2° Livello, Tecnico di 3° Livello.

Le mansioni del Tecnico di Base con specialità Horse Ball sono: avviare all’Horseball i cavalieri Seniores e Juniores presenti nel suo centro, in particolare i ragazzi con i pony e allievi della scuola; mettere le basi per operare come tecnico di 1° livello in situazioni di partita; iniziare a mettere in campo tutti, illustrando le principali figure di campo e gli esercizi specifici della disciplina, con e senza palla; conoscere le principali regole di sicurezza, i finimenti specifici dell’Horseball, le protezioni e l’assetto da Horseball; potrà rilasciare la patente A SEF Italia. Durante il corso verrano trattati i seguenti argomenti: il gioco, la sua filosofia, la sua disciplina e le sue regole; la sicurezza; la preparazione, in sicurezza, dei giocatori e dei cavalli; gli esercizi ludici preparatori.

Il Tecnico di 1° Livello Horseball può: occuparsi di tutte le situazioni per la preparazione di partite e di pre-partite; organizzare e dirigere esercizi preparatori a terra ed a cavallo; studiare ed insegnare situazioni e strategie di gioco; rilasciare patenti A e B (Horseball) SEF Italia; arbitrare partite regionali. Gli argomenti del corso saranno: regolamento del gioco; esercizi da terra con pallone e senza; gesti individuali: passaggio, tiro, ramassage; situazioni\strategia di attacco e difesa; situazioni di rimessa in gioco del pallone; colpo d’avvio; penalità di gioco.

Le competenze del Tecnico di 2° Livello sono: approfondire le competenze acquisite con il 1° livello; approfondire la conoscenza di tutte le situazioni – preparazione di partita e di pre-partita, le tattiche, gli schemi e le strategie di gioco; preparare e migliorare cavalli da Horseball e studiare la preparazione alle partite; gestire partite promozionali nazionali; rilasciare pat. A, B e C SEF Italia; arbitrare partite nazionali. Durante il corso verranno approfondite le materie del corso per il Tecnico di 1° Livello, in particolare: esercizi da terra con pallone e senza; gesti individuali: passaggio , tiro, ramassage; situazioni\strategia di attacco e difesa; situazioni di rimessa in gioco del pallone; gestione del cavallo da Horseball (etica e tecnica); tecniche di coaching e gestione del gruppo; preparazione dei binomi, approccio all’allenamento e alla gara; determinazione dei ruoli dei giocatori e scelta della tattiche di gioco; preparazione dei binomi; organizzazione di una partita.

Per conseguire la qualifica di Tecnico di 3° Livello è necessario essere in possesso della qualifica di Tecnico di 2° Livello da almeno 2 anni, aver svolto funzioni e allenato della Squadre e superare un esame scritto con una commissione formata da tecnici SEF, riguardante le regole del gioco, la pedagogia e l’ippologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *