CoronavirusNews

CURA, MANTENIMENTO E MOVIMENTAZIONE CAVALLI

Riteniamo che il Governo, così come le Regioni, il CONI e le Federazioni, ci hanno ampiamente deluso e non si sono dimostrati capaci di gestire questa situazione trasformando un Virus in una Emergenza Nazionale e lasciando tutti allo sbando e senza lavoro, pertanto facciamo sentire il Nostro dissenso con tutti gli strumenti possibili, in particolare i social network.

Nonostante quanto sopra dobbiamo comunque ed assolutamente rispettare le leggi e le norme pertanto va rispettato l’ultimo DPCM del 26 aprile 2020 ed attenerci alla Circolare del Mipaaf del 25 marzo 2020 che ribadiva i seguenti punti che riassumiamo:

Nel rispetto della salute e del benessere del Cavallo e del Codice per la tutela e gestione degli equidi (Min. Salute) è consentito al detentore del/i cavallo/i assicurare:

  1. a) la regolare igiene e pulizia degli spazi di dimora degli equidi;
    b) un riparo idoneo, integro, pulito e proporzionato alle dimensioni dell’animale;
  2. c) all’equide il movimento psico fisico quotidiano ritenuto idoneo.

Può effettuare le attività sopra descritte il seguente personale:

  • istruttori/tecnici federali;
  • cavalieri/guidatori/atleti con regolare autorizzazione a montare;
  • Artieri e/o groom;
  • Collaboratori sportivi;
  • maniscalchi;
  • proprietari/affittuari/comodatari/affidatari (solo nel caso in cui le ASD o le SSD dichiarino di non essere in grado di gestire autonomamente gli equidi ospitati presso l’impianto);
  • autisti dei van per il trasporto dei cavalli ospitati.

In merito alla frase riferita ai proprietari/affittuari/comodatari/affidatari (solo nel caso in cui le ASD o le SSD dichiarino di non essere in grado di gestire autonomamente gli equidi ospitati presso l’impianto) riteniamo che coloro che non comprendano nella quota mensile della pensione/scuderizzazione cavalli la loro movimentazione sicuramente non sono in grado di sostenere il costo e la mole di lavoro per la loro movimentazione, pertanto sicuramente il 90% dei nostri centri affiliati può e deve fare muovere i cavalli (sempre per la loro salute ed il loro benessere) da proprietari/affittuari/comodatari/affidatari.

Si allegano DPCM del 26 aprile 2020 e circolare Mipaaf del 25 marzo 2020.

DPCM del 26 aprile 2020

circolare Mipaaf del 25 marzo 2020

3 pensieri su “CURA, MANTENIMENTO E MOVIMENTAZIONE CAVALLI

  1. Salve a tutti,
    sono Sergio Pecoraro tecnico Sef, Accompagnatore di equitazione di campagna; vi pongo un quesito sulla base della seguente situazione:
    ho i miei cavalli in un comune di Brescia diverso da quello mio di residenza, in questo maneggio sono accuditi e alimentati da un addetto, ma non sono movimentati ( per fortuna abbiamo i paddock).
    Sulla base del DCPM 26.4.2020 e della Circolare del Mipaaf del 25 marzo, dal 4 di maggio posso andare dai miei cavalli, con la motivazione dell’esercizio di attività motoria individuale attraverso la passeggiata con il cavallo?
    Disponendo del tesserino di Tecnico SEF, questo documento potrà essere esibito in caso di controllo delle forze dell’ordine, unitamente alla presentazione della relativa autocertificazione, a sostegno delle mie motivazioni?
    Grazie e saluti.

    1. Buongiorno
      il centro deve dichiarare che non riesce a provvedere al benessere ai cavalli e ad accudirli( in questo caso per quanto riguarda la movimentazione), così i proprietari possono recarsi nel centro .
      Grazie
      sef

  2. Buongiorno
    e’ possibile avere risposte chiare sull’equitazione in LOMBARDIA?
    possibile che nessuno faccia nulla o comunichi nulla ai centri ippici affiliati in merito alla possibilita’ di montare? noi paghiamo una patente annuale e sono gia 2 mesi che non la utilizziamo, e’ previsto un rimborso?
    possiamo sapere se si puo’ montare a cavallo e se siamo coperti da assicurazione?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *