AgilityCampionatoEventiGareNewsSalto ad ostacoli

IL NUOVO TOUR 2020 FIRMATO MORALI & SEF ITALIA

Morali & C., – Centro sportivo, di riferimento della manifestazione indoor del panorama equestre nazionale ed internazionale e mondiale dei cavalli Arabi – ha oggi concluso un grosso accordo con SEF ITALIA, che li vedrà uniti nell’organizzazione invernale di un nuovo Tour di Salto Ostacoli in programma da “ottobre a dicembre 2020” nel centro sportivo di Vermezzo alle porte di Milano.

“Questa partnership” spiega Barbara Morali, “consolida l’importanza che lo sport deve rivestire nella vita quotidiana degli italiani, dando la possibilità a tutti gli sportivi di accedere alle gare a prezzi più ridotti, questo permetterà a tutti gli sportivi di allenarsi maggiormente, ed ai cavalieri di formare più cavalli giovani, con prezzi più accessibili. La crisi economica odierna, della pandemia, ha coinvolto ogni settore e se vogliamo rimanere competitivi ritengo che, tutto debba mutare ed adattarsi alle situazioni ed al periodo storico che stiamo vivendo”.

Vermezzo è un grande centro, ha visto gareggiare negli anni oltre 40.000 cavalieri, ed ha ospitato e fatto saltare nelle sue strutture i migliori cavalieri del mondo. Il cavallo rimarrà sempre il grande protagonista di questo nuovo progetto.

Sef Italia nasce da un’idea di un gruppo di Istruttori Militari di Equitazione con il concetto che lo “sport è formazione”, ed Andrea Pantano ci conferma che questo rimarrà il concetto principale di questa partnership.

Lo sport dovrebbe essere sostenuto maggiormente, soprattutto i Comitati Organizzatori Italiani che devono dare servizi sempre più qualificati, ma che sono appesantiti da troppi costi e sono soggetti a troppe variabili, se i numeri di iscritti scenderanno ancora di più, il rischio dei grandi centri oggi, è il collasso graduale o la loro chiusura definitiva; inoltre, se i costi per gli utenti resteranno così elevati, nessuno potrà più gareggiare spesso, infatti l’offerta delle centri gare oggi è nettamente  maggiore  della domanda.

In Italia è risaputo che le gare costano di più, rispetto a tutto il resto del mondo, e questo ha limitato pesantemente la crescita negli anni di nuovi atleti, e ridotto l’allevamento e la formazione dei cavalli giovani ai minimi storici.

Sembra una storia di altri tempi, ma invece è la storia odierna, sebbene tutti sanno che la Federazione Italiana è fortemente sostenuta da grandi introiti, appare incredibile che la stessa sembra non abbia fondi per sostenere lo sport ed i centri ippici e aiutare i comitati organizzatori più grandi soggetti a spese più elevate, centri che danno lustro e prestigio allo sport.  La Federazione Italiana riceve ben 5 milioni di euro all’anno dal CONI come contributi per sostenere lo sport, e oltre 10 milioni di euro l’anno dai suoi associati come quote associative e quote di spettanze provenienti dai comitati organizzatori.

Il Progetto Morali & C. Sef Italia è quello di aprire le gare, come all’estero, a tutti, a cifre più accessibili. Siamo certi che questa grande iniziativa permetterà agli sportivi di allenarsi di più e di formare ottimi cavalli giovani. I campi di salto ostacoli resteranno gli stessi, come tutti i “servizi necessari” al buon funzionamento di un concorso. La struttura metterà in atto le stesse modalità di gare presenti già in Belgio, Francia, Olanda, Gran Bretagna, l’accesso sarà libero a tutti a prezzi ridotti.

I programmi delle gare saranno disponibili on line dal mese di agosto, sono previsti montepremi nelle categorie dei cavalli giovani e in tutte le altre categorie, e tra le news si percepisce che sono in arrivo anche importanti sponsors stranieri a sostegno di questa nuova iniziativa tutta italiana. Di una cosa siamo certi, la società Morali & C. negli anni è sempre stata sostenuta da sponsor prestigiosi e si è qualificata grazie alle sue capacità ai suoi servizi, come uno degli impianti indoor più amati dagli italiani e dagli stranieri, e le sue iniziative hanno contribuito a dare forza e qualità allo sport. Questa partnership diventerà una grande opportunità soprattutto in questo periodo storico, per gli sportivi, per i giovani cavalli e per gli amanti di questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *