L’Equitazione Per Diversamente Abili: In Importante Settore di Attività

Pubblicato il Pubblicato in News

animal-107808_1280-ceae9602La Pet-Therapy intervenendo sulla funzionalità di una parte del corpo o più in generale sul benessere emotivo e  affettivo della persona può contribuire al miglioramento della qualità della vita di coloro che la praticano.

In ambito equestre la Federazione Internazionale di Equitazione per Disabili (FRDI) distingue tre settori di attività.

–    L’Ippoterapia: ha un’impronta riabilitativa basata sull’uso del cavallo come strumento terapeutico. E’ consigliata in genere a persone con patologie neurologiche e psichiche medio-gravi ed è svolta da tecnici dell’area sanitaria specializzati in riabilitazione equestre con l’assistenza di un istruttore di equitazione.

–    La Rieducazione Equestre e Volteggio: indicata per problematiche cognitive-comportamentali, prevedere l’insegnamento di alcune tecniche equestri all’allievo, che ha un ruolo attivo. E’ esercitata dall’istruttore di equitazione, che ha un ruolo  primario, in collaborazione  con l’operatore socio-sanitario.

–    L’Equitazione Sportiva per Diversamenti Abili: un’attività sportiva a tutti gli effetti che richiede la completa partecipazione dell’allievo. E’ praticata in genere da persone con disabilità fisiche o sensoriali.

 

Anche la Sef-Italia è attenta alla formazione di Operatori e Istruttori nel settore specifico dell’Equitazione per Diversamente Abili con un Dipartimento dedicato e la costante organizzazione di corsi di formazione.

 

L’elenco dei corsi organizzati può essere consultato al seguente link.

Rispondi