News

Il Maremmano

maremmano-abed550cCari soci, oggi vi parliamo dei fantastici Maremmani. Le origini del cavallo maremmano nascono nel territorio della Maremma tosco-laziale dai tempi degli Etruschi. Da allora fino all’800 ha mantenuto le stesse forme iniziali: tozzo, forte, ombroso. Dal 1870 fino al 1902 si cominciò a incrociarlo con cavalli dall’aspetto più gentile e slanciato; lo stallone Fauno nelle scuderie reali di San Rossore (Versilia – Toscana) fu il capostipite di questa razza. Robusto, resistente alla fatica e alle condizioni climatiche avverse, generoso, è adatto come cavallo da sella e si adegua alle più svariate esigenze. Per la docilità oggi questo cavallo è apprezzato come compagno per escursioni e passeggiate sia da adulti che da bambini.

I campioni olimpici Raimondo D’Inzeo con Quotidiana e Graziano Mancinelli su Ursus del Lasco hanno dimostrato le doti del Maremmano come saltatore, Stefano Meattini su Rondinella (campione del mondo di velocità) la sua supremazia nella monta da lavoro. L’Associazione Italiana Allevatori Cavallo di razza Maremmana (ANAM www.anamcavallomaremmano.com) è stata il primo organismo a introdurre in Italia la performance test per la valutazione e l’approvazione alla riproduzione degli stalloni e delle fattrici. Quindi non più soltanto un giudizio morfologico sul soggetto ma anche di attitudine al lavoro con la valutazione delle andature e della propensione al salto.

Qui di seguito i caratteri morfologici di questa razza.

Tipo: meso-dolicomorfo.

Il colore del mantello è baio o morello, generalmente scuro.

Altezza al garrese: da 160 a 172 cm.

Peso: 450 – 500 kg.

Equilibrato, energico e molto resistente, buon saltatore.

Classico cavallo militare.

I piedi sono resistenti all’usura e di buona forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *